• Angela Iantosca

Io non mi lamento

Ammettiamolo. Lo facciamo tutti, ogni giorno. Anche per le piccole cose: anche per il piede sinistro che abbiamo messo per primo giù dal letto o per la rete che funziona male, o per un pasto che non ci andava, per un ingrediente mancante, per il troppo lavoro o per il poco, per la pioggia e il sole, per il freddo e il caldo… Per nostra madre e inostri figli, per chi ci chiama e per chi non chiama…

La verità è che il genere umano è programmato per lamentarsi.


Ma come sarebbe il mondo se l’1% della popolazione smettesse di lamentarsi? Come cambierebbe la tua vita se tu smettessi di lamentarti?

Cambierebbe tutto, anzi “la guerra sarebbe liquidata con grandi risate”, scrive la poetessa e attivista di diritti umani Maya Angelou autrice della prefazione del libro “Io non mi lamento” (edito da Arte di Essere & Trigono Edizioni) scritto da Will Bowen e che, dopo il successo registrato in tutto il mondo, arriva in Italia con una nuova edizione.


Quale è l’obiettivo del libro? Farci smettere di lamentarci per 21 giorni.

E se pensate di svegliarvi la mattina e dimenticarlo, nessun problema, si è pensato anche a questo: insieme al libro, infatti, viene consegnato un braccialetto viola con la scritta “A Complaint Free World” che ha un preciso ruolo, ricordarvi cosa non dovete fare e, se lo fate (cioè vi lamentate), dovete cambiare polso e ricominciare la conta dei 21 giorni.

«Con questa pratica si diventa consapevoli dei propri schemi reattivi e delle proprie parole: cambiandole, cambieranno di conseguenza anche i propri pensieri e di conseguenza la propria vita», spiega Will Bowen.


Un metodo incredibile e di successo che, nel corso degli anni, ha coinvolto anche personaggi celebri, come Oprah Winfrey, che ha ospitato Will Bowen nel suo show, e Maya Angelou, la poetessa e attivista dei diritti umani, che ha appunto scritto l’introduzione al suo libro, definendo l’autore come “uno dei suoi grandi eroi spirituali”.

Il libro di Will Bowen è diventato un best-seller internazionale che ha venduto oltre 3 milioni di copie, è stato tradotto in 30 lingue e diventato una lettura consigliata in varie università e aziende, perché in modo semplice rivela una verità che è sotto i nostri occhi continuamente e a cui non facciamo caso.

“Se l’un per cento del mondo smettesse di lamentarsi – dice la Angelou nella prefazione - , ci preoccuperemmo di più dei bambini e ci renderemmo conto che ogni bambino è nostro figlio, quello nero e quello bianco, quello bello e quello brutto, quello asiatico e quello musulmano, quello giapponese e quello ebreo: sono tutti nostri figli. Se solo l’un per cento di noi smettesse di lamentarsi, cesseremmo di incolpare gli altri per i nostri errori e di odiarli perché, nella nostra mente, sono loro la causa di quell’errore. Immagina se ridessimo più spesso, se avessimo il coraggio di sfiorarci, sarebbe solo l’inizio del paradiso… adesso”.


INFO SULL'AUTORE

Will Bowen, pastore statunitense, è il fondatore del movimento Complaint FreeⓇ. A luglio del 2006, ha distribuito 250 braccialetti di gomma viola invitando le persone a usarli come strumento per smettere di lamentarsi. L’idea, diventata nel 2007 il libro “A Complaint Free World”, è esplosa in tutto il mondo: ad oggi, più di 12 milioni di braccialetti viola “Io non mi lamento” sono stati distribuiti a persone di 106 diversi paesi. Bowen è apparso in programmi televisivi e magazine di successo negli Stati Uniti, tra cui Oprah, Dr. Oz, Forbes, NBC’s Today Show, CBS Sunday Morning, The ABC World News, Fox News, People, Newsweek, The Wall Street Journal e ChickenSoup for the Soul.






11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti